MERCATO LIBERO

gas e luce

Grazie alla liberalizzazione del mercato energetico, i consumatori hanno il diritto di scegliere da quale fornitore acquistare e a quali condizioni acquistare l’energia elettrica e il gas.
In altre parole, i consumatori possono cambiare fornitore e aderire a nuove offerte commerciali sul “mercato libero” ogni qual volta ravvisino l’opportunità di ottenere maggiori benefici economici o di servizio.

La libertà di scelta riguarda solo le società di vendita, mentre non è possibile cambiare la società di distribuzione che, attraverso linee o tubazioni, assicura il trasporto materiale dell’energia o del gas fino alle abitazioni.
Naturalmente, aderire ad un’offerta commerciale sul mercato libero è un’opportunità, non un obbligo. Chi decide di non cambiare usufruisce del Servizio di Tutela (gas) o di Maggior Tutela (energia), in cui il fornitore applica interamente le condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico. Per sapere se la tua utenza gas ha diritto al Servizio di Tutela clicca qui.
 
 

gas e luce

Mercato libero non significa che non ci sono più regole! Anzi, la liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica e del gas ha comportato l'introduzione di nuove forme di tutela del consumatore - soprattutto per quanto riguarda informazione e trasparenza delle offerte commerciali, dei prezzi e delle bollette - che sono andate ad aggiungersi a quelle già previste sulla qualità commerciale e sulla continuità del servizio. Si tratta di un insieme di norme volte a mettere il cliente in condizioni di poter scegliere in modo conveniente e consapevole tra le diverse offerte in concorrenza tra loro.

In particolare, l'AEEGSI ha emanato il Codice di condotta commerciale per la vendita di energia elettrica e di gas naturale (Delibera ARG/com 104/10), che le società venditrici sono tenute a rispettare. Il Codice contiene le regole comportamentali di correttezza e trasparenza che i venditori devono applicare per la promozione delle offerte, la conclusione o la modifica del contratto, in modo da garantire ai clienti sia le informazioni necessarie, complete e veritiere su tutti gli aspetti del contratto che viene loro proposto, sia la possibilità di confrontare i prezzi delle offerte.
Per approfondire clicca qui.
 
 

gas e luce

Per passare al mercato libero occorre scegliere un'offerta e sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura chiudendo il precedente (recesso). Sarà cura del nuovo venditore inoltrare la richiesta di chiusura del vecchio contratto al precedente fornitore.
 
 

gas e luce

. La scelta di passaggio al libero mercato è reversibile. In qualsiasi momento si può decidere di tornare al regime di Maggior tutela, semplicemente rivolgendosi al proprio fornitore di riferimento, che provvederà ad effettuare il passaggio con i tempi tecnici necessari.
 
 

gas

Cos’è la Cmem?

E' la componente che corrisponde al costo previsto per l’acquisto del gas che verrà poi rivenduto ai clienti.
Si applica al gas consumato (euro/Smc). Il suo prezzo non cambia al crescere dei consumi, ma varia trimestralmente nelle diverse località del territorio nazionale in rapporto alla maggiore o minore quantità di energia che si ottiene a parità di gas consumato, espressa in bolletta dal coefficiente P (potere calorifico superiore convenzionale) della località.
Scarica la tabella che mostra l’andamento della Cmem negli ultimi 12 mesi.
 
 

luce

Cos’è il PUN?

Il Prezzo Unico Nazionale (PUN) è il prezzo medio d’acquisto dell’energia elettrica rilevato giornalmente sulla piattaforma del Mercato Elettrico Italiano e viene pubblicato sul sito del Mercato dei Servizi Energetici, www.mercatoelettrico.org: si tratta quindi del vero e proprio prezzo all'ingrosso dell'elettricità.
Nelle offerte a presso variabile di EstEnergy, il PrezzoPUN F1 è ottenuto come media aritmetica mensile delle quotazioni orarie del PUN calcolate nella fascia oraria F1, nel mese di consumo. Il PrezzoPUN F23 è ottenuto come media aritmetica mensile delle quotazioni orarie del PUN calcolate nelle fasce orarie F2 e F3, con pesi pari rispettivamente al 45% e al 55%, nel mese di consumo. Il PrezzoPUN monorario è invece ottenuto come media aritmetica mensile delle quotazioni orarie del PUN calcolate nelle tre fasce orarie F1, F2 e F3, con pesi pari rispettivamente al 31,9%, al 30,7% e al 37,4%, nel mese di consumo. Il PrezzoPUN viene applicato sia ai consumi effettivi che alle relative perdite di rete.
Scarica la tabella che mostra l’andamento del PUN negli ultimi 12 mesi.
 
 
Torna indietro
Contattaci
Puoi contattarci telefonicamente, via email oppure recarti direttamente in uno dei nostri sportelli sul territorio.
 
Numero verde
800 046 200
 
 
modulo richieste online
 
 
sportelli territoriali
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.