Conciliazione Paritetica

E’ attiva la procedura di Conciliazione Paritetica tra EstEnergy S.p.A. e le Associazioni dei consumatori per la risoluzione delle eventuali controversie che dovessero insorgere durante il rapporto contrattuale di fornitura, in modo amichevole, semplice e gratuito.

Grazie alla sottoscrizione del “Protocollo di intesa” e la stesura del “Regolamento per la conciliazione paritetica” con le Associazioni dei consumatori, l’azienda conferma di operare secondo principi gestionali e commerciali trasparenti e imparziali.

PERCHÉ ABBIAMO ATTIVATO LA CONCILIAZIONE PARITETICA

È uno strumento efficace e gratuito dedicato ai clienti di EstEnergy.
Vogliamo essere più vicini al cliente, ascoltarlo e porre particolare attenzione alle sue richieste. Vogliamo che il nostro cliente si senta tutelato anche grazie al supporto dei rappresentanti delle Associazioni dei consumatori a cui potrà fare riferimento in qualsiasi momento.

CHE COS’È LA CONCILIAZIONE PARITETICA EXTRAGIUDIZIALE

La Conciliazione (anche detta ADR cioè Alternative Dispute Resolution) è la risoluzione extragiudiziale delle controversie, che permette di evitare il ricorso alla giustizia ordinaria.
I tempi di soluzione delle dispute sono molto più rapidi e seguono i criteri delle raccomandazioni della Commissione Europea, racc. 98/257/CE e racc. 2001/310/CE, che assicurano la composizione di una controversia.

CHI PUÒ RICHIEDERLA

Il Protocollo di conciliazione è stato sottoscritto per i clienti domestici che abbiano un rapporto contrattuale attivo di gas e/o di energia elettrica.

QUANDO PUÒ ESSERE ATTIVATA


Per attivare la Conciliazione, il cliente deve aver prima inviato un reclamo all’azienda, in cui specifica il motivo della lamentela, utilizzando gli appositi moduli e gli indirizzi dedicati.
Nel caso in cui il cliente ritenga la risposta insoddisfacente o non abbia ricevuto risposta entro i 40 giorni solari, come disposto dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI), può richiedere la Conciliazione tramite l’Associazione dei consumatori di propria fiducia. Nel caso in cui il cliente non abbia preferenze, la richiesta di Conciliazione potrà esser inviata direttamente all’Ufficio di Conciliazione che provvederà ad assegnare la pratica a una delle Associazioni su base turnaria.

COME PUÒ ESSERE RICHIESTA


Per richiedere la Conciliazione puoi:
  • rivolgerti a una delle Associazioni dei consumatori che hanno sottoscritto il Protocollo, la quale provvederà a inoltrare la richiesta all’azienda
  • compilare direttamente il modulo Richiesta di Conciliazione paritetica e inviarlo all’attenzione dell’Ufficio Conciliazione tramite email, fax o posta.


QUANTO COSTA

E’ gratis per il cliente. L’azienda ne sostiene i relativi costi.

COME FUNZIONA

Nella Conciliazione Paritetica i conciliatori sono due: ciascuno rappresenta una delle parti della controversia. Infatti, un conciliatore è nominato dall’Associazione dei consumatori interessata, mentre l’altro è nominato dalla Società a cui è riferibile la contestazione (EstEnergy).
I due conciliatori formano la Commissione di Conciliazione, che ha il compito di individuare la proposta di soluzione da sottoporre alle parti.
I conciliatori devono cercare di risolvere la controversia secondo equità, proponendo una soluzione che tenga conto delle ragioni di entrambe le parti in coinvolte, che tuttavia sono libere di accettare o rifiutare la soluzione proposta.

QUALI SONO I TEMPI DI GESTIONE

Il Regolamento disciplina la procedura di Conciliazione.
La prima seduta della Commissione deve avvenire entro 20 giorni dalla data di ricevimento della Richiesta di Conciliazione da parte dell’ufficio competente. Ove le circostanze lo consentano, il tentativo di conciliazione può avvenire anche in videoconferenza, conferenza telefonica, tramite fax o email.

COME SI CONCLUDE

Valutati i fatti e le argomentazioni prospettate, la Commissione redige una proposta di risoluzione della controversia che il Conciliatore nominato dall’Associazione dei consumatori provvede, entro 10 giorni dalla sua stesura, a sottoporre al giudizio del cliente.
Entro 10 giorni dal ricevimento delle proposta, il cliente può:

  • accettare, sottoscrivendo la proposta di risoluzione ricevuta
  • rifiutare, esprimendo per iscritto il proprio dissenso e restituendo al conciliatore la proposta ricevuta.

Il conciliatore ha il compito di informare l’Ufficio compente in merito alla decisione presa dal cliente. Ciascuna delle parti, anche dopo avere accettato di partecipare, può decidere di abbandonare la procedura in qualunque momento.
In caso di mancato accordo in ordine ad un’ipotesi di risoluzione, la Commissione redige un verbale di mancata conciliazione.

Scarica il Regolamento

COME RICHIEDERE LA CONCILIAZIONE

Come previsto dall’AEEGSI, la conciliazione può essere attivata solamente dopo 40 giorni solari dall’invio del reclamo, nel caso in cui non sia stato risolto il contenzioso o a seguito della mancata risposta al reclamo stesso.
Se non è ancora stato inoltrato il reclamo clicca qui

La richiesta di conciliazione potrà essere inoltrata all'azienda tramite l'apposito modulo.
È sufficiente compilarlo in tutte le sue parti, sottoscriverlo, e inviarlo al seguente indirizzo email:
conciliazione@estenergy.it

In alternativa:
via fax (all’attenzione dell’Ufficio Conciliazione):

  • fax Padova: 049 8701541
  • fax Trieste: 040 7793427

per posta (all’attenzione dell’Ufficio Conciliazione):
  • Gruppo AcegasApsAmga S.p.A. - Corso Stati Uniti, 5 - 35127 Padova
  • Gruppo AcegasApsAmga S.p.A. - Via del Teatro, 5 - 34121 Trieste

Il Protocollo di intesa sulla Conciliazione Paritetica è stato sottoscritto con le seguenti Associazioni dei Consumatori:

TRIESTE


PADOVA
 
 
Contattaci
Puoi contattarci telefonicamente, via email oppure recarti direttamente in uno dei nostri sportelli sul territorio.
 
Numero verde
800 046 200
 
 
modulo richieste online
 
 
sportelli territoriali
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.