CAPIRE LA BOLLETTA

GAS

Riportiamo qui il Glossario della bolletta del gas predisposto dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico: uno strumento nato per facilitare la comprensione dei principali termini utilizzati nelle bollette.

 Se hai dei dubbi sul significato di qualche termine presente in bolletta, consulta il Glossario!
 
 

LUCE

Riportiamo qui il glossario della bolletta dell’elettricità predisposto dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico: uno strumento nato per facilitare la comprensione dei principali termini utilizzati nelle bollette.

Se hai dei dubbi sul significato di qualche termine presente in bolletta, consulta il Glossario
 
 

Gas e Luce

È il Numero Identificativo del Contratto assegnato da EstEnergy ad ogni contratto di fornitura di gas e di energia elettrica. Si compone di 10 cifre e si trova nella prima pagina di tutte le bollette, in alto a destra, assieme al Codice fiscale o dalla P.Iva dell’intestatario.
 
 

Guida alla nuova bolletta del GAS

Per capire meglio le nuove bollette 2.0 e le differenze rispetto a quelle precedenti, EstEnergy mette a disposizione vari strumenti. 

Per una veloce panoramica sulla struttura della bolletta ci sono le nostre Mini Guide, differenziate per Servizio di Tutela e Mercato Libero, che illustrano visivamente le principali caratteristiche grafiche e contenutistiche delle bollette.

Per una spiegazione più approfondita e dettagliata sezione per sezione,  invece:
> i clienti serviti nel Mercato Libero possono contare su delle Guide interattive online, personalizzate rispetto alla propria offerta e munite di Dizionario dei termini utilizzati;
> i clienti serviti nel Servizio di Tutela potranno usufruire di tutti gli strumenti  realizzati dall’Autorità e pubblicati direttamente sul suo sito.

 
 
 

LE GUIDE INTERATTIVE

 
 
 
 
 

Guida alla nuova bolletta dell'ENERGIA

Per capire meglio le nuove bollette 2.0 e le differenze rispetto a quelle precedenti, EstEnergy mette a disposizione vari strumenti. 

Per una veloce panoramica sulla struttura della bolletta c'è la nostra Mini Guida, che illustra visivamente le principali caratteristiche grafiche e contenutistiche delle bollette.

Per una spiegazione più approfondita e dettagliata sezione per sezione,  invece, i clienti possono contare sulle nostre Guide interattive online, personalizzate rispetto alla propria offerta e munite di Dizionario dei termini utilizzati.

 
 

GAS

Il Deposito Cauzionale è una somma di denaro che può essere richiesta dalle società di vendita ai clienti a titolo di garanzia, per tutelarsi da eventuali morosità e insolvenze.
Il versamento del deposito cauzionale non è dovuto se il pagamento avviene tramite domiciliazione bancaria/postale o su carta di credito, che costituiscono forma di garanzia equivalente al deposito.
In caso di cessazione del contratto e in assenza di insolvenze, il deposito cauzionale viene restituito, maggiorato degli interessi legali e in conformità a quanto disposto dall’AEEGSI (articolo 12 della delibera n. 229/01 del 18/10/2001 e successive modifiche e integrazioni).

Ciascun operatore può scegliere se e in quale misura applicare il deposito cauzionale. L’AEEGSI stabilisce i valori massimi applicabili nel mercato tutelato (TIVG, articolo 5 della Delibera n. 64/09 del 28/5/2009 e successive modifiche e integrazioni).  Gli importi del deposito cauzionale applicati da EstEnergy ai clienti gas sono più bassi dei massimali stabiliti dalla normativa:

 CONSUMI (Smc/anno)  DEPOSITO CAUZIONALE ESTENERGY DEPOSITO CAUZIONALE DA NORMATIVA (importo massimo applicabile) 
 fino a 500  25 € 30 € 
 fino a 1500  77 € 90 € 
 fino a 2500  77 € 150 €
 fino a 5000  77 € 300 € 
 oltre 5000
77 €
 1 mensilità di consumo medio
del cliente al netto delle imposte

In bolletta, all'interno della sezione I DATI DELLA TUA FORNITURA, viene sempre riportato il valore del Deposito cauzionale versato. In caso di domiciliazione attiva, l'importo risulterà pari a 0,00 €, perché l'attivazione del sistema di pagamento SEPA SDD è considerata garanzia equivalente al versamento del deposito stesso. Qualora l'attivazione della domiciliazione avvenga successivamente all'emissione della prima bolletta, il deposito versato sarà restituito.
 
 

LUCE

Il Deposito Cauzionale è una somma di denaro che può essere richiesta dalle società di vendita ai clienti a titolo di garanzia, per tutelarsi da eventuali morosità e insolvenze.
Il versamento del deposito cauzionale non è dovuto se il pagamento avviene tramite domiciliazione bancaria/postale o su carta di credito, che costituiscono forma di garanzia equivalente al deposito.
EstEnergy ha deciso di non applicare alcun deposito cauzionale sui contratti luce
, a prescindere dalla modalità di pagamento scelta dal cliente. L’AEEGSI stabilisce i seguenti valori massimi applicabili nel mercato di maggior tutela (TIV, articolo 12 della delibera n. 301/2012/R/eel del 19/12/2012 e successive modifiche e integrazioni):


 DEPOSITO CAUZIONALE
ESTENERGY
DEPOSITO CAUZIONALE DA NORMATIVA
(importo massimo applicabile) 
 Uso domestico -
cliente in bassa tensione
0 € 11,50 €/kW di potenza impegnata
(esempio: 3 kW = 34,5 €)
Uso non domestico -
cliente in bassa tensione
(potenza inferiore a 16,5 kW)
 0 € 15,50 €/kW di potenza impegnata
(esempio: 3 kW = 46,5 €)
 POD oggetto
di "bonus sociale"
 0 € 5,20 €/kW di potenza impegnata
(esempio: 3 kW = 15,6 €)
 Tutti gli altri casi  0 € Minore o uguale alla miglior stima
dei corrispettivi dovuti per
un periodo di fatturazione 

 
 

Gas e Luce

Acconto: significa che la bolletta è stata calcolata esclusivamente sulla base di consumi stimati, perché per periodo di consumo fatturato non sono disponibili letture reali del contatore (rilevate da distributore o autoletture).

Conguaglio
: significa che la bolletta è stata calcolata esclusivamente sulla base di consumi effettivi (letture rilevate dal Distributore o autoletture).

Conguaglio e Acconto: si tratta delle bollette i cui consumi sono in parte calcolati sulla base di letture rilevate (o autoletture) e in parte stimati.
 
 

Luce

L’energia elettrica ha un prezzo diverso a seconda del momento in cui la si utilizza: costa di più durante il giorno, quando c’è più richiesta, e costa meno la sera, la notte e durante i giorni festivi.

Per questo motivo, i contatori elettronici rilevano i consumi distinguendoli nelle seguenti 3 fasce:

 F1 (ore di punta)
 lun-ven dalle 8.00 alle 19.00, escluse festività nazionali 
 F2 (ore intermedie)             
 lun-ven dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, sabato dalle 7.00 alle 23.00,  escluse festività nazionali
 F3 (ore fuori punta)            
 lun-sab dalle 23.00 alle 7.00 e la domenica e i festivi tutta la giornata

A partire dai consumi rilevati in queste 3 fasce, in bolletta i consumi possono essere fatturati secondo altre due opzioni:

F1 - F23
(opzione bioraria)  
     
Applicata alle utenze ad uso domestico, l’opzione bioraria prevede la fatturazione dei consumi distinta in due sole fasce: F1 e F23. La fascia F23 comprende tutte le ore incluse nelle fasce F2 e F3
F0 
(opzione monoraria)
L’opzione monoraria viene applicata quando il contatore del cliente non è in grado di leggere i consumi per fascia oppure su scelta del cliente. In questo secondo caso, venendo meno la distinzione per fasce, il prezzo dell’energia resta invariato per tutte le ore del giorno e tutti i giorni della settimana
 

QUANDO CONVIENE LA TARIFFA BIORARIA?

Fino a qualche anno fa, la tariffa bioraria permetteva un significativo risparmio in bolletta a chi concentrava almeno i 2/3 dei consumi di elettricità nelle fasce serali-notturne e nei fine settimana. Oggi non è più così.
Rispetto al passato, le differenze di prezzo tra la fascia diurna (F1) e la fascia F23 si sono ridotte molto, perché grazie alle fonti rinnovabili si produce molta più energia di giorno. Perciò, a meno che non si consumi più dell’80% in fascia F1, la tariffa bioraria non conviene più: cercare di concentrare i consumi nelle fasce serali-notturne e durante i fine settimana potrebbe rivelarsi una fatica inutile!
Quindi, venendo meno il risparmio, oggi risulta più comodo attivare una tariffa monoraria che lascia massima libertà nei consumi. Per quanto riguarda la convenienza, invece, può risultare molto più utile bloccare il prezzo dell’energia e mettersi al riparo dagli aumenti.
Le offerte EstEnergy con opzione monoraria che ti permettono di bloccare i prezzi sono:
TOP Luce (con Bonus 1 mese gratis) e TOPCLUB Luce (con Bonus 2 mesi gratis, dedicata ai clienti EstEnergy che attivano per la prima volta anche un contratto di fornitura elettrica con EstEnergy).
 
 

Gas

Per ridurre al minimo lo scostamento tra i consumi effettivi e quelli stimati, nel gas il calcolo viene effettuato sulla base dei consumi storici e del profilo di prelievo del cliente, nonché dell’andamento climatico. Per i nuovi clienti, invece, le stime verranno effettuate in relazione alla tipologia e alle caratteristiche dell’utenza, nonché in base alla stima di consumo dichiarata al momento della stipula contrattuale.
 
 

LUCE

I consumi elettrici vengono stimati a partire dall'anno precedente oppure, se questi non sono disponibili, sulla base dei dati di consumo dichiarati dal cliente in fase di stipula contrattuale.
 
 
Torna indietro
Contattaci
Puoi contattarci telefonicamente, via email oppure recarti direttamente in uno dei nostri sportelli sul territorio.
 
Numero verde
800 046 200
 
 
modulo richieste online
 
 
sportelli territoriali
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.