CANONE RAI

Luce - Canone RAI

Dal 2016 tutti i titolari di un’utenza di energia elettrica con residenza anagrafica pagheranno il canone direttamente in bolletta. Questo perché con la Legge di Stabilità 2016 si presume che i titolari di un’utenza di fornitura elettrica detengano anche un apparecchio televisivo nell’abitazione di residenza. Il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi detenuti dai componenti della stessa famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni in cui sono presenti i televisori. 
In caso di mancata detenzione di un apparecchio televisivo, sarà necessario inoltrare un’autodichiarazione all’Agenzia delle Entrate per essere esonerati dal pagamento.
La stessa dichiarazione può essere utilizzata anche dagli eredi per evitare l'addebito del canone sull'utenza elettrica ancora intestata al deceduto, avendo cura di indicare i dati anagrafici e il codice fiscale del deceduto. 

Trattandosi di un'imposta sulla detenzione dell'apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall'uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive. 

Per il 2016 il canone annuo ordinario è pari a €100 e si paga a rate: a regime saranno 10 rate mensili, da gennaio a ottobre. Solo per il 2016, il primo addebito avviene con la prima bolletta emessa successivamente al 1 luglio e comprende le rate da gennaio a luglio (nella maggioranza dei casi, si tratta di 7 rate da € 10,00 ciascuna), cui seguiranno le successive tre rate.
Importi differenti potrebbero essere addebitati in caso di attivazione dell’utenza in corso d’anno, come da Circolare n. 29/E dell’Agenzia delle Entrate.
In bolletta, EstEnergy ha introdotto una specifica voce di addebito, denominata Canone di abbonamento alla televisione per uso privato.
La modalità di pagamento rimane quella scelta dal cliente per la bolletta della luce.

 
 

Luce - Canone RAI

Chi è intestatario di un contratto di fornitura elettrica ma non ha alcun televisore deve presentare una Dichiarazione di non detenzione, compilando il Quadro A del modello di “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”, scaricabile dal sito web dell'Agenzia delle Entrate, dove sono pubblicate anche le relative Istruzioni per la compilazione.

Ai fini dell’esenzione dal pagamento del canone per l’anno 2016, i termini per presentare la Dichiarazione di non detenzione sono ormai scaduti. Infatti, l’autodichiarazione andava presentata - online o tramite posta - entro il 16/05/2016.
Per richiedere l’esonero dal pagamento del canone TV per il prossimo anno sarà necessario inviare la Dichiarazione di non detenzione dal 01/07/2016 e non oltre il 31/01/2017. Le Dichiarazioni di non detenzione inviate dal 1 febbraio al 30 giugno di ciascun anno, invece, varranno soltanto per il semestre solare successivo.
Se non presenti alcuna dichiarazione e sei intestatario di una fornitura di energia elettrica, il canone tv sarà regolarmente addebitato nelle bollette dell'utenza elettrica di residenza. L’Agenzia delle Entrate ha previsto espressamente che non vi sia la possibilità di impugnare davanti a un giudice un eventuale accertamento fiscale.

ATTENZIONE: la dichiarazione di non detenzione andrà presentata tutti gli anni, perché perde di efficacia alla fine del relativo periodo di validità. In ogni caso, prima di effettuare la dichiarazione, verifica di non possedere altre apparecchiature per le quali il canone RAI è dovuto, in quanto "munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva”. Trovi l’elenco delle apparecchiature sul sito della RAI. 
 
 

LUCE - Canone RAI

Oltre a chi non possiede apparecchi televisivi, l’esenzione dal pagamento del canone può essere richiesta da persone con più di 75 anni di età con reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro (compresi redditi di familiari conviventi).
La Legge prevede di costituire in futuro, con apposito decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, un fondo per finanziare l’estensione dell’agevolazione portando il limite reddituale da 6.713,98 euro a 8.000 euro.
Per aggiornamenti su tale limite reddituale e per altri casi particolari di esenzione, visita il sito dell’Agenzia delle Entrate
 
 

luce - Canone RAI

Chiama il nostro Servizio Clienti all'800 046 200 per effettuare una verifica sui dati presenti a sistema: potrebbero esserci degli errori, per esempio sul codice fiscale o sulla tariffa applicata al tuo contratto (non residente anziché residente).
Qualora non si riuscisse a risalire al motivo del mancato addebito, sarà necessario rivolgersi direttamente all’Agenzia delle Entrate: l'importo è comunque dovuto entro il 31 ottobre 2016 e il pagamento andrà effettuato con le modalità stabilite dall'Agenzia stessa, utilizzando il modello F24
 
 

luce - Canone RAI

No, non è possibile. Le società di vendita di energia elettrica, com’è il caso di EstEnergy, non sono intermediari abilitati a gestire l’inoltro delle dichiarazioni sostitutive all’Agenzia delle Entrate.
Tutte le comunicazioni relative al canone dovranno essere indirizzate all’Agenzia delle Entrate, che è il solo soggetto deputato ad accoglierle e l’unica fonte ufficiale di informazioni.
Ricordiamo infatti che gli importi del Canone RAI sono addebitati al cliente esclusivamente in base alle informazioni trasmesse a EstEnergy dall’Agenzia delle Entrate: EstEnergy non può decidere a quali clienti addebitare il canone, tantomeno chi esonerare dal pagamento. La verifica su residenza, composizione del nucleo familiare e condizioni di esonero è in capo all’Agenzia delle Entrate.
 
 

luce - Canone RAI

Se hai già pagato il canone TV assieme alla bolletta, ma ritieni ti sia stato addebitato erroneamente (per esempio, perché sei in possesso dei requisiti di esenzione e hai presentato in tempo l’apposita dichiarazione, oppure perché il canone è stato pagato anche da un altro componente della stessa famiglia anagrafica) chiedi il rimborso direttamente all’Agenzia delle Entrate, compilando il modulo disponibile sul sito web dell'Agenzia, dove troverai anche le relative istruzioni per la compilazione e l'invio. Dopo aver effettuato i dovuti controlli, sarà l'Agenzia delle Entrate a comunicare alle imprese elettriche l'eventuale rimborso da effettuarsi mediante accredito sulla prima fattura utile.
Ricorda che EstEnergy è soltanto un intermediario e non può decidere a chi addebitare il canone, né quali clienti esonerare dal pagamento.
Come tutte le società di vendita, infatti, riceviamo queste informazioni direttamente dall’Agenzia delle Entrate (per il tramite dell’Acquirente Unico), che è l’unico soggetto deputato ad accogliere richieste di esenzione.
 
 

Luce - Canone RAI

Vale il principio che il canone segue la residenza. Il proprietario che già versa il canone per la prima casa, quella dove ha residenza, non sarà tenuto a pagare il canone una seconda volta se ha dato una casa in affitto e l’utenza elettrica è a lui intestata.
L’affittuario, invece, è tenuto al pagamento del canone indipendentemente dalla proprietà dell’appartamento e dall’intestazione dell’utenza elettrica, se detiene un apparecchio tv nell’appartamento preso in affitto: il canone è legato infatti alla detenzione dell’apparecchio e non alla proprietà.
 
 

Luce - Canone RAI

Il canone TV deve essere pagato dagli studenti, ciascuno per l’intero importo, salvo il caso in cui lo studente appartenga ad una famiglia anagrafica che già paga il canone (per esempio, se la residenza dello studente è rimasta a casa dei genitori che già pagano il canone).
Se la residenza è invece stata spostata nella nuova abitazione in coabitazione con altri studenti, andranno effettuati diversi e autonomi pagamenti utilizzando il tradizionale bollettino postale. Il fatto che il “padrone di casa” abbia acquistato l’apparecchio televisivo non cambia le cose, dal momento che il canone è collegato alla detenzione dell’apparecchio e non alla proprietà. L’unico modo per ridurre il pagamento del canone è dimostrare che l’apparecchio viene utilizzato solo da uno degli inquilini conviventi e non da tutti; in tal caso, a pagare è solo l’utilizzatore.
 
 

Luce - Canone RAI

La voltura è obbligatoria, indipendentemente dal canone Rai. 
Una volta effettuata la voltura il dato del "nuovo cliente" verrà comunicato all'Acquirente Unico e quindi all’Agenzia delle Entrate. L'addebito avverrà dal mese successivo. Nel caso in cui non vengano pagate alcune bollette intestate al defunto sarà in carico all'Agenzia delle Entrate procedere ai dovuti accertamenti.
 
 

luce - Canone RAI

Se hai ancora domande sul pagamento del canone TV, consigliamo di fare riferimento alle fonti ufficiali d'informazione in merito: l'Agenzia delle Entrate e la RAI.
 
 

RAI

 
 

AGENZIA DELLE ENTRATE

 
 
 
 

Luce - Canone RAI

Il canone è dovuto una sola volta per ogni famiglia anagrafica, anche se ci sono più televisori nella stessa abitazione. Nel caso di più contratti luce (anche per abitazioni differenti) intestati a diversi componenti della famiglia con la stessa residenza, è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate su quale bolletta elettrica dovrà essere effettuato l’addebito, compilando il Quadro B del modello di “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”, scaricabile dal sito web dell'Agenzia delle Entrate, dove sono anche pubblicate le relative Istruzioni per la compilazione.
I termini per l’inoltro della dichiarazione per l’anno 2016 sono ormai scaduti. Ricorda che, per il 2017, le Dichiarazioni vanno inviate dal 01/07/2016 e non oltre il 31/01/2017.
Prima di effettuare la dichiarazione, verifica sul sito dell'Agenzia delle Entrate o della Rai che il tuo caso rientri effettivamente in una delle casistiche previste dalla normativa
 
 

COSA SI INTENDE PER FAMIGLIA ANAGRAFICA?

 
 

LA COPPIA DI FATTO COSTITUISCE UNA FAMIGLIA ANAGRAFICA?

 
 
 
 

Luce - Canone RAI

Se attivi un’utenza elettrica per la prima volta nel corso dell’anno, per essere esonerato dal pagamento del canone presenta la dichiarazione di esenzione entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura.
 
 

Luce - Canone RAI

Per una veloce panoramica sull'addebito del canone Rai nelle bollette EstEnergy, puoi consultare la nostra Mini Guida, che riassume le principali novità:

Mini guida ENERGIA ELETTRICA EstEnergy - Introduzione al Canone TV

Sappi che la nuova voce Canone di abbonamento alla televisione per uso privato è subito visibile nella prima pagina della bolletta, all’interno del box “Sintesi degli importi fatturati”, sotto la voce “Totale bolletta”: la somma delle due voci costituisce il “Totale da pagare”, riportato in alto.
Nelle pagine successive, invece, trovi un box dedicato denominato Canone TV, che riporterà gli addebiti delle singole rate con indicazione di: codice rata, periodo di competenza, importo della rata e totale.

 
 

Luce - Canone RAI

No, gli importi di canone relativi ad attivazioni di nuove utenze in corso d'anno, comprensivi di IVA e tasse di concessione governativa, variano in base al mese di attivazione dell’utenza, secondo quanto comunicato dall'Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 29/E del 21 giugno 2016. Scarica la tabella degli importi per l'anno 2016.
Se già detenevi il televisore prima dell'attivazione dell'utenza, l'eventuale importo non addebitato in bolletta andrà pagato con modello F24.

 
 

Luce - Canone RAI

Per verificare la presenza di pagamenti in arretrato, in bolletta troverai il riquadro degli Insoluti, dove EstEnergy darà separata evidenza anche degli importi relativi alla quota canone.
Ricorda che, per pagamenti di solo canone (arretrati), nella causale di versamento dovrai specificare la dicitura «Quota Canone» o riportare direttamente il Codice della rata/e che intendi saldare: lo trovi sulla bolletta in cui è stato addebitato la prima volta.
In caso di smarrimento della bolletta, registrati a MyEstEnergy o rivolgiti al nostro call center.

 
 

Luce - Canone RAI

No, il mancato pagamento del canone RAI non comporta il distacco della fornitura di energia elettrica, perché le azioni di recupero, con relativi sanzioni e interessi, saranno effettuate direttamente dall’Agenzia delle Entrate.
Tieni presente che, in caso di pagamento parziale delle bollette, l’importo da te versato coprirà in primo luogo i costi della fornitura energetica, salvo tua diversa indicazione scritta nella causale di pagamento.
 
 

Luce - Canone RAI

, chi risiede all’estero ma ha un’abitazione in Italia deve pagare il canone Rai.

 
 
Torna indietro
Contattaci
Puoi contattarci telefonicamente, via email oppure recarti direttamente in uno dei nostri sportelli sul territorio.
 
Numero verde
800 046 200
 
 
modulo richieste online
 
 
sportelli territoriali
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.