BOLLETTE E PAGAMENTI

gas e luce

E’ molto semplice e non occorre recarsi allo sportello! Puoi effettuare il cambio direttamente online all’interno della tua area riservata MyEstEnergy, al telefono oppure inviando una richiesta scritta:
 
 

ONLINE

 
 

al Telefono

 
 

via Fax/posta

 
 
 
 

Gas e Luce

Acconto: significa che la bolletta è stata calcolata esclusivamente sulla base di consumi stimati, perché per periodo di consumo fatturato non sono disponibili letture reali del contatore (rilevate da distributore o autoletture).

Conguaglio
: significa che la bolletta è stata calcolata esclusivamente sulla base di consumi effettivi (letture rilevate dal Distributore o autoletture).

Conguaglio e Acconto: si tratta delle bollette i cui consumi sono in parte calcolati sulla base di letture rilevate (o autoletture) e in parte stimati.
 
 

Luce

L’energia elettrica ha un prezzo diverso a seconda del momento in cui la si utilizza: costa di più durante il giorno, quando c’è più richiesta, e costa meno la sera, la notte e durante i giorni festivi.

Per questo motivo, i contatori elettronici rilevano i consumi distinguendoli nelle seguenti 3 fasce:

 F1 (ore di punta)
 lun-ven dalle 8.00 alle 19.00, escluse festività nazionali 
 F2 (ore intermedie)             
 lun-ven dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, sabato dalle 7.00 alle 23.00,  escluse festività nazionali
 F3 (ore fuori punta)            
 lun-sab dalle 23.00 alle 7.00 e la domenica e i festivi tutta la giornata

A partire dai consumi rilevati in queste 3 fasce, in bolletta i consumi possono essere fatturati secondo altre due opzioni:

F1 - F23
(opzione bioraria)  
     
Applicata alle utenze ad uso domestico, l’opzione bioraria prevede la fatturazione dei consumi distinta in due sole fasce: F1 e F23. La fascia F23 comprende tutte le ore incluse nelle fasce F2 e F3
F0 
(opzione monoraria)
L’opzione monoraria viene applicata quando il contatore del cliente non è in grado di leggere i consumi per fascia oppure su scelta del cliente. In questo secondo caso, venendo meno la distinzione per fasce, il prezzo dell’energia resta invariato per tutte le ore del giorno e tutti i giorni della settimana
 

QUANDO CONVIENE LA TARIFFA BIORARIA?

Fino a qualche anno fa, la tariffa bioraria permetteva un significativo risparmio in bolletta a chi concentrava almeno i 2/3 dei consumi di elettricità nelle fasce serali-notturne e nei fine settimana. Oggi non è più così.
Rispetto al passato, le differenze di prezzo tra la fascia diurna (F1) e la fascia F23 si sono ridotte molto, perché grazie alle fonti rinnovabili si produce molta più energia di giorno. Perciò, a meno che non si consumi più dell’80% in fascia F1, la tariffa bioraria non conviene più: cercare di concentrare i consumi nelle fasce serali-notturne e durante i fine settimana potrebbe rivelarsi una fatica inutile!
Quindi, venendo meno il risparmio, oggi risulta più comodo attivare una tariffa monoraria che lascia massima libertà nei consumi. Per quanto riguarda la convenienza, invece, può risultare molto più utile bloccare il prezzo dell’energia e mettersi al riparo dagli aumenti.
Le offerte EstEnergy con opzione monoraria che ti permettono di bloccare i prezzi sono:
TOP Luce (con Bonus 1 mese gratis) e TOPCLUB Luce (con Bonus 2 mesi gratis, dedicata ai clienti EstEnergy che attivano per la prima volta anche un contratto di fornitura elettrica con EstEnergy).
 
 

Gas e Luce

Talvolta possono verificarsi dei ritardi di consegna delle bollette non dipendenti da EstEnergy. Se hai ricevuto la bolletta a ridosso della scadenza chiama il nostro Servizio Clienti al numero verde 800 046 200 per segnalare il disguido e verificare le possibili soluzioni!
 
 

Gas

In caso di mancato pagamento delle bollette, EstEnergy invierà una comunicazione scritta per la costituzione in mora del cliente (sollecito), indicante il termine ultimo entro cui il cliente deve provvedere al pagamento.

Per evitare o interrompere questa procedura è necessario che il cliente dimostri l’avvenuto pagamento dell’importo insoluto, mediante l’invio di copia della ricevuta di pagamento via email o a mezzo fax, all’indirizzo o al numero indicati nella comunicazione di sollecito.

Nel caso in cui il termine ultimo di pagamento non venga rispettato, dopo 3 giorni lavorativi EstEnergy potrà richiedere al Distributore la sospensione della fornitura del cliente (interruzione dell’alimentazione del punto di riconsegna).
Decorso anche il termine dalla sospensione della fornitura indicato nella lettera di costituzione in mora - che non potrà essere inferiore a 20 giorni – qualora il cliente non abbia ancora provveduto al pagamento, EstEnergy potrà rescindere il Contratto di fornitura (ai sensi dell’art. 1454 del Codice Civile) e dar corso alla cessazione amministrativa per morosità con inoltro della relativa richiesta al Distributore. In tal caso, il cliente per riottenere la riattivazione della fornitura dovrà preventivamente sottoscrivere un nuovo Contratto di fornitura, saldando tutti gli insoluti.

Sia in caso di sospensione della fornitura sia in caso di cessazione amministrativa per morosità, saranno a carico del cliente i costi di disattivazione ed eventuale riattivazione della fornitura, secondo quanto previsto dal Distributore per lo svolgimento di tali attività. Per ulteriori dettagli vai a Riattivazione a seguito di sospensione per morosità.
 
 

Luce

In caso di mancato pagamento delle bollette, EstEnergy invierà una comunicazione scritta per la costituzione in mora del cliente (sollecito), indicante il termine ultimo entro cui il cliente deve provvedere al pagamento.

Per evitare o interrompere questa procedura è necessario che il cliente dimostri l’avvenuto pagamento dell’importo insoluto, mediante l’invio di copia della ricevuta di pagamento via email o a mezzo fax, all’indirizzo o al numero indicati nella comunicazione di sollecito.

Nel caso in cui il termine ultimo di pagamento non venga rispettato, dopo 3 giorni lavorativi EstEnergy potrà richiedere al Distributore la sospensione della fornitura del cliente (interruzione dell’alimentazione del punto di riconsegna). Nel caso di clienti finali connessi in bassa tensione, qualora sussistano le condizioni tecniche del Contatore, prima della sospensione della fornitura, l’impresa di distribuzione è tenuta ad effettuare una riduzione della potenza ad un livello pari al 15% della potenza disponibile e, decorsi 10 giorni dalla riduzione della potenza disponibile, in caso di mancato pagamento da parte del Cliente, verrà effettuata la sospensione della fornitura.
Decorso anche il termine dalla sospensione della fornitura indicato nella lettera di costituzione in mora - che non potrà essere inferiore a 20 giorni – qualora il cliente non abbia ancora provveduto al pagamento, EstEnergy potrà rescindere il Contratto di fornitura (ai sensi dell’art. 1454 del Codice Civile) e richiedere al Distributore la richiesta di rimozione del punto di prelievo dal contratto di trasporto e dispacciamento. In tal caso, il cliente per riottenere la riattivazione della fornitura dovrà preventivamente sottoscrivere un nuovo Contratto di fornitura, saldando tutti gli insoluti.

Sia in caso di sospensione della fornitura sia in caso di cessazione amministrativa per morosità, saranno a carico del cliente i costi di disattivazione ed eventuale riattivazione della fornitura, secondo quanto previsto dall’AEEGSI.
Per ulteriori dettagli vai a Riattivazione in seguito a sospensione per morosità.
 
 

Gas e luce

Il pagamento della bolletta deve avvenire entro il termine di scadenza indicato in fattura.
 
 

gas e luce

. Se il pagamento avviene oltre i termini di scadenza indicati in bolletta, EstEnergy potrà richiedere al Cliente gli interessi di mora maturati fino alla data dell’effettivo pagamento, calcolati su base annua e pari al tasso ufficiale di riferimento (T.U.R.) maggiorato di 3,5 punti percentuali.
In deroga a quanto sopra, i clienti che siano stati regolari con i pagamenti nel biennio precedente, per i primi 10 giorni di ritardo, sono tenuti al pagamento del solo interesse legale.
 
 

gas e luce

Chiama il nostro Servizio clienti al numero verde 800 046 200 e segnala il problema. Assicurati di aver a portata di mano una vecchia bolletta per comunicare il tuo NIC e il Codice Fiscale o la P.IVA dell’intestatario.
 
 

gas e luce

Al posto della bolletta cartacea, ad ogni emissione di una nuova fattura riceverai una email di notifica con i dati salienti della bolletta (numero, importo e scadenza) e il link per accedere all'area web riservata MyEstEnergy, dove troverai l'archivio online delle tue bollette, tutte scaricabili e consultabili in qualsiasi momento.
 
 

gas e luce

Puoi attivare il servizio bollett@web direttamente dall’area riservata MyEstEnergy.

Nell’homepage di MyEstEnergy troverai in bella evidenza il box per richiedere l’attivazione della bollett@web su tutti i tuoi contratti attivi. Sarà sufficiente indicare l’indirizzo di posta elettronica al quale desideri ricevere le notifiche di emissione delle bollette.

Se invece vuoi attivare il servizio solo su uno o qualcuno dei tuoi contratti, seleziona il contratto (NIC) che ti interessa e clicca sulla voce di menù LE MIE PRATICHE, dove troverai la funzione attiva/disattiva bollett@web. In questo modo attiverai il servizio solo sul contratto selezionato.

Non sei ancora registrato a MyEstEnergy? Registrati ora!
 
 

gas e luce

. Troverai tutte le bollette emesse dal 2009.
 
 

gas e luce

Puoi effettuare il cambio direttamente online all’interno della tua area riservata MyEstEnergy.
Entra nell’area riservata e cliccando sul menù LE MIE PRATICHE troverai la funzione Modifica indirizzo email di notifica bolletta: sarà sufficiente digitare il nuovo indirizzo e confermare!
 
 

gas e luce

. Il servizio può essere disattivato in qualsiasi momento per tornare alla modalità di spedizione cartacea della bolletta. Anche in questo caso, l’operazione può essere effettuata direttamente all’interno dell’area riservata MyEstEnergy. Sarà sufficiente selezionare il contratto (NIC) sul quale intendi disattivare il servizio e cliccare sulla voce di menù "Le mie pratiche", dove troverai la funzione attiva/disattiva bollett@web.
 
 

gas

La rateizzazione di una bolletta può essere ottenuta esclusivamente per importi superiori a 50 euro e solo se si rientra in uno dei seguenti casi:

a) clienti con periodicità di fatturazione bimestrale o quadrimestrale che hanno ricevuto una bolletta di conguaglio superiore al doppio dell'addebito più elevato fatturato nelle bollette di acconto ricevute successivamente alla precedente bolletta di conguaglio, salvo il caso in cui la differenza fra l’addebito fatturato nella bolletta di conguaglio e gli addebiti fatturati nelle bollette stimate o in acconto sia attribuibile esclusivamente alla variazione stagionale dei consumi;

b)
clienti ai quali venga richiesto il pagamento di importi per consumi non registrati dal contatore a seguito di malfunzionamento non imputabile al cliente stesso;

c) clienti con un contatore accessibile ai quali venga richiesto il pagamento di un conguaglio a causa di una o più mancate letture.

In ogni caso, per capire se la tua bolletta è rateizzabile, è sufficiente verificare se è indicato in bolletta: l'informazione viene riportata sotto il riquadro Sintesi degli importi fatturati.
Ricorda infine che, per essere accolta, la richiesta di rateizzazione deve essere presentata entro i 10 giorni successivi alla scadenza della bolletta!
Se hai dei dubbi chiama il nostro Servizio Clienti all’800 046 200.
 
 

luce

La rateizzazione di una bolletta può essere ottenuta esclusivamente per importi superiori a 50 euro e solo se si rientra in uno dei seguenti casi:

a) bolletta di conguaglio per i clienti con fornitura uso domestico, qualora quest'ultima sia superiore al 150% dell'importo delle bollette di consumo stimato ricevute successivamente alla precedente bolletta di conguaglio;

b) clienti con fornitura non domestica, qualora la bolletta di conguaglio sia superiore al 250% dell'importo delle bollette di consumo stimato ricevute in seguito all’ultima bolletta di conguaglio.

Ricorda infine che, per essere accolta, la richiesta di rateizzazione deve essere presentata entro i 10 giorni successivi alla scadenza della bolletta!
Se hai dei dubbi chiama il nostro Servizio Clienti all’800 046 200.
 
 

gas e luce

E’ molto semplice e non occorre necessariamente recarsi allo sportello. Ricorda solo che, per essere accolta, la richiesta di rateizzazione deve essere presentata entro i 10 giorni successivi alla scadenza della bolletta!

Puoi effettuare la richiesta:

 
 

ONLINE

 
 

AL TELEFONO

 
 

VIA FAX

 
 

AGLI SPORTELLI

 
 
 
 

gas e luce

Le rate delle bollette possono essere pagate preferibilmente tramite bollettino postale, oppure tramite bonifico.
L'importante - in entrambi i casi - è riportare nella causale di versamento il NIC (n° di contratto) e il numero di rata.

Per rateizzare le fatture con domiciliazione attiva sarà invece necessario rivolgersi al proprio istituto di credito per bloccarne il pagamento con la causale “contestazione fattura”.
 
 

gas e luce

Non è grave e non occorre necessariamente recarsi allo sportello: puoi accedere direttamente alla bolletta smarrita dall’area riservata MyEstEnergy, oppure richiedere un duplicato o gli estremi della fattura per eseguire il pagamento sia al telefono sia tramite richiesta scritta.
 
 

Online

 
 

al Telefono

 
 

via fax/posta

 
 

AGLI SPORTELLI

 
 
 
 

gas e luce

Innanzi tutto verifica all'interno dell'area riservata MyEstEnergy se la bolletta risulta presente nell'archivio e, in caso affermativo, se l'indirizzo di spedizione è corretto. Qualora l'indirizzo di spedizione non fosse quello desiderato, cambialo direttamente entrando nella sezione LE MIE PRATICHE > Modifica indirizzo di spedizione. Se non sei registrato, cosa aspetti? Registrati ora!
Nel caso in cui, invece, l'indirizzo di spedizione fosse giusto o la bolletta non risultasse in archivio, segnala il caso al nostro Servizio Clienti, chiamando l'800 046 200.

In caso d’impossibilità di accesso all’area riservata MyEstEnergy,  chiama direttamente il nostro Servizio Clienti sempre all’800 046 200.
 
 

gas

Con ogni probabilità non si tratta di un errore ma dell’effetto del coefficiente di correzione C (Potere Calorifico Superiore). Il PCS rappresenta la quantità di energia fornita al cliente attraverso un metro cubo di gas a condizioni standard di temperatura e pressione. Ogni zona di fornitura ha un suo specifico coefficiente C, consultabile per ciascun anno termico sul sito di SNAM Rete gas all’indirizzo: http://www.snamretegas.it/it/servizi/Anno-termico_2015_2016/PCS_Convenzionale/#
Al fine di consentirne la comparazione, i prezzi indicati nelle offerte e le stesse tariffe definite dall’AEEGSI vengono calcolati utilizzando un PCS standard, pari a 0,03852 GJ. In sede di fatturazione, però, a ciascun cliente viene applicato il PCS relativo alla sua zona di fornitura, che può determinare una lieve variazione del prezzo sottoscritto. La correzione dei corrispettivi secondo il coefficiente C di zona viene sempre citata in tutte le offerte EstEnergy!

Pertanto, se vuoi verificare la correttezza del prezzo fisso che ti viene applicato, nella seconda pagina della bolletta tra i dati tecnici troverai anche il valore del coefficiente C applicato alla tua fornitura (in bolletta è riportato in MJ - ad es. 38,52 - ricordati di convertirlo in GJ 0,03852): moltiplicando questo valore per il prezzo che hai sottoscritto già diviso per il PCS convezionale, dovresti ottenere esattamente quanto applicato in bolletta!
In caso contrario, segnalaci il problema: inviando una mail tramite RICHIESTE ONLINE > Reclami > oggetto Bollette, oppure un fax allo 049 2049173, o ancora scrivendo a EstEnergy Spa - Via dei Rettori 1, 34121 - Trieste.
 
 

luce

Segnalaci l’anomalia tramite:

RICHIESTE ONLINE: seleziona come tipo di richiesta Reclami e come oggetto della mail Bollette. Compila il form e riporta nel testo la descrizione del problema. Se vuoi farlo ora clicca qui

FAX allo 049 2049173

POSTA: EstEnergy Spa - Via dei Rettori 1, 34121 - Trieste
 
 

gas

I valori riportati nel riquadro letture, per tutti i clienti che dispongono ancora di contatori tradizionali, sono espressi in metri cubi (mc), mentre i consumi fatturati in Standard metri cubi (Smc), così come stabilito dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.
Lo Standard metro cubo è un parametro che esprime la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni di temperatura (15 Cº) e di pressione (1.013,25 millibar) standard. Gli Smc si ottengono moltiplicando i metri cubi per un coefficiente di conversione (C), definito per ogni località secondo precisi criteri.
La conversione con il coefficiente di conversione (C) è necessaria per far sì che tutti i clienti paghino solo per l’effettivo contenuto di energia del gas, un valore che dipende dalla pressione e dalla temperatura di consegna che variano a seconda che si tratti di una località di mare o di montagna.
Ad esempio, se il consumo misurato dal contatore è 110 mc ed il valore del coefficiente C è 1,027235, gli standard metri cubi fatturati saranno: 110 x 1,027235 = 112,99585 Smc.

Verifica nella prima pagina della tua bolletta qual è il valore coefficiente C applicato nella tua zona di fornitura e vedrai che moltiplicandolo per i consumi in metri cubi ricavati dalla differenza tra le letture otterrai gli Standard metri cubi che ti sono stati fatturati!
 
 

Gas

Puoi richiedere la rettifica di una bolletta sovrastimata entro la data di scadenza del pagamento, contattando il Servizio Clienti EstEnergy al numero 800 046 200, comunicando il tuo NIC, il n° della bolletta e la lettura aggiornata del contatore. Se hai la domiciliazione bancaria attiva, ricordati di provvedere al blocco dell’addebito presso la tua banca prima di richiedere la rifatturazione.

Attenzione: se non è la prima volta che rilevi un’importante differenza tra i consumi stimati in bolletta e quelli registrati dal tuo contatore, chiedi al Servizio Clienti una modifica del tuo consumo annuo. Ricorda infatti che, in mancanza di letture rilevate dalla società di Distribuzione o di autoletture, i consumi vengono stimati in base a dati storici, che nel frattempo potrebbero essere cambiati (per ulteriori dettagli clicca qui).
In ogni caso, per evitare di incorrere in questo genere di disguidi, ti consigliamo di dare con maggior frequenza l’autolettura!
 
 

Luce

Segnala il problema al Servizio Clienti EstEnergy chiamando l'800 046 200 e comunicando il tuo NIC e il n° della bolletta, soprattutto se non è la prima volta che rilevi un’importante differenza tra i consumi stimati in bolletta e quelli registrati dal tuo contatore! In questo caso, chiedi anche una modifica del tuo profilo di consumo annuo. Ricorda infatti che, in mancanza di lettura rilevata e comunicataci dalla società di Distribuzione, i consumi vengono stimati in base al consumo annuo dichiarato dal cliente in fase di stipula contrattuale, che nel frattempo potrebbe essere cambiato (per ulteriori dettagli clicca qui).
 
 

Gas e luce

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico prevede l’applicazione di costi fissi contrattuali e relative imposte, anche in assenza di consumi. In particolare, i clienti con contratti di fornitura attivi sono chiamati a corrispondere la quota di costi fissi annuali relativi ai Servizi di Vendita e ai Servizi di Rete.
Per approfondimenti sulla composizione della bolletta, clicca qui per il gas per l'energia elettrica
 
 

Gas

Chiama il nostro Servizio Clienti al numero 800 046 200 per accertarti che la richiesta di voltura sia stata effettuata anche dal cliente subentrante (nuovo intestatario), perché diversamente l’operazione non può avere luogo! In altre parole, EstEnergy può procedere al cambio di intestatario del contratto solo al ricevimento di espressa richiesta di attivazione a suo nome da parte del cliente subentrante.
 
 

Luce

Chiama il nostro Servizio Clienti al numero 800 046 200 per verificare lo stato di avanzamento della tua pratica e per assicurarti che il cliente subentrante (nuovo intestatario) abbia effettuato la richiesta.
 
 

Gas

Le letture di chiusura/apertura necessarie per effettuare il cambio di fornitore vengono rilevate o calcolate dal Distributore locale, che le comunica ad entrambe le società di vendita (uscente ed entrante): nel tuo caso, ad EstEnergy e alla società con cui hai stipulato il nuovo contratto.
Qualora la lettura sia stata calcolata erroneamente dal Distributore, rivolgiti direttamente alla nuova società di vendita per chiederne la rettifica da parte dello stesso. Una volta ricevuti i nuovi dati, anche EstEnergy potrà procedere con la rettifica dell’ultima bolletta di conguaglio.
 
 

Luce

EstEnergy riceve mensilmente le letture dei contatori inviate dalla società di distribuzione. Tuttavia, le tempistiche di consegna non sempre avvengono in tempi utili per eseguire le attività di caricamento, verifica ed elaborazione necessarie per emettere le fatture. Oltre a questo fenomeno di carattere sistematico, possono sempre verificarsi dei disguidi tecnici nella trasmissione delle letture.
Generalmente, comunque, le mensilità a stima vengono sanate da conguaglio nella bolletta successiva.
 
 

Luce

L’energia reattiva è una penale che si applica a tutti i punti di fornitura con potenza disponibile pari o maggiore di 16,5 kW che assorbono una quantità di energia reattiva superiore a quella consentita.
La penale viene applicata quando la quantità di energia reattiva è superiore al 33% dell’energia attiva prelevata (fino l 2015 la penale scattava superato il 50%) e aumenta ulteriormente se si supera il 75%. Ecco perché in bolletta si possono trovare due diciture: Penale Reattiva 33 (F1, F2) - Penale Reattiva 75 (F1, F2).
Se la spesa per l’energia reattiva inizia ad essere elevata, ti consigliamo di rivolgerti ad un professionista per effettuare un controllo del tuo impianto ed eventualmente procedere al suo rifasamento.
 
 

Gas e luce

Se la bolletta è scaduta ma non hai ancora ricevuto solleciti al pagamento da parte di EstEnergy non è necessario dare comunicazione dell’avvenuto pagamento.
Viceversa, nel caso di fattura scaduta per la quale sia già pervenuto il sollecito di pagamento, bisogna attenersi a quanto indicato nella comunicazione.
 
 

Guida alla nuova bolletta del GAS

Per capire meglio le nuove bollette 2.0 e le differenze rispetto a quelle precedenti, EstEnergy mette a disposizione vari strumenti. 

Per una veloce panoramica sulla struttura della bolletta ci sono le nostre Mini Guide, differenziate per Servizio di Tutela e Mercato Libero, che illustrano visivamente le principali caratteristiche grafiche e contenutistiche delle bollette.

Per una spiegazione più approfondita e dettagliata sezione per sezione,  invece:
> i clienti serviti nel Mercato Libero possono contare su delle Guide interattive online, personalizzate rispetto alla propria offerta e munite di Dizionario dei termini utilizzati;
> i clienti serviti nel Servizio di Tutela potranno usufruire di tutti gli strumenti  realizzati dall’Autorità e pubblicati direttamente sul suo sito.

 
 
 

LE GUIDE INTERATTIVE

 
 
 
 
 

Guida alla nuova bolletta dell'ENERGIA

Per capire meglio le nuove bollette 2.0 e le differenze rispetto a quelle precedenti, EstEnergy mette a disposizione vari strumenti. 

Per una veloce panoramica sulla struttura della bolletta c'è la nostra Mini Guida, che illustra visivamente le principali caratteristiche grafiche e contenutistiche delle bollette.

Per una spiegazione più approfondita e dettagliata sezione per sezione,  invece, i clienti possono contare sulle nostre Guide interattive online, personalizzate rispetto alla propria offerta e munite di Dizionario dei termini utilizzati.

 
 

Luce - Canone RAI

Dal 2016 tutti i titolari di un’utenza di energia elettrica con residenza anagrafica pagheranno il canone direttamente in bolletta. Questo perché con la Legge di Stabilità 2016 si presume che i titolari di un’utenza di fornitura elettrica detengano anche un apparecchio televisivo nell’abitazione di residenza. Il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi detenuti dai componenti della stessa famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni in cui sono presenti i televisori. 
In caso di mancata detenzione di un apparecchio televisivo, sarà necessario inoltrare un’autodichiarazione all’Agenzia delle Entrate per essere esonerati dal pagamento.
La stessa dichiarazione può essere utilizzata anche dagli eredi per evitare l'addebito del canone sull'utenza elettrica ancora intestata al deceduto, avendo cura di indicare i dati anagrafici e il codice fiscale del deceduto. 

Trattandosi di un'imposta sulla detenzione dell'apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall'uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive. 

Per il 2016 il canone annuo ordinario è pari a €100 e si paga a rate: a regime saranno 10 rate mensili, da gennaio a ottobre. Solo per il 2016, il primo addebito avviene con la prima bolletta emessa successivamente al 1 luglio e comprende le rate da gennaio a luglio (nella maggioranza dei casi, si tratta di 7 rate da € 10,00 ciascuna), cui seguiranno le successive tre rate.
Importi differenti potrebbero essere addebitati in caso di attivazione dell’utenza in corso d’anno, come da Circolare n. 29/E dell’Agenzia delle Entrate.
In bolletta, EstEnergy ha introdotto una specifica voce di addebito, denominata Canone di abbonamento alla televisione per uso privato.
La modalità di pagamento rimane quella scelta dal cliente per la bolletta della luce.

 
 

Luce - Canone RAI

Chi è intestatario di un contratto di fornitura elettrica ma non ha alcun televisore deve presentare una Dichiarazione di non detenzione, compilando il Quadro A del modello di “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”, scaricabile dal sito web dell'Agenzia delle Entrate, dove sono pubblicate anche le relative Istruzioni per la compilazione.

Ai fini dell’esenzione dal pagamento del canone per l’anno 2016, i termini per presentare la Dichiarazione di non detenzione sono ormai scaduti. Infatti, l’autodichiarazione andava presentata - online o tramite posta - entro il 16/05/2016.
Per richiedere l’esonero dal pagamento del canone TV per il prossimo anno sarà necessario inviare la Dichiarazione di non detenzione dal 01/07/2016 e non oltre il 31/01/2017. Le Dichiarazioni di non detenzione inviate dal 1 febbraio al 30 giugno di ciascun anno, invece, varranno soltanto per il semestre solare successivo.
Se non presenti alcuna dichiarazione e sei intestatario di una fornitura di energia elettrica, il canone tv sarà regolarmente addebitato nelle bollette dell'utenza elettrica di residenza. L’Agenzia delle Entrate ha previsto espressamente che non vi sia la possibilità di impugnare davanti a un giudice un eventuale accertamento fiscale.

ATTENZIONE: la dichiarazione di non detenzione andrà presentata tutti gli anni, perché perde di efficacia alla fine del relativo periodo di validità. In ogni caso, prima di effettuare la dichiarazione, verifica di non possedere altre apparecchiature per le quali il canone RAI è dovuto, in quanto "munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva”. Trovi l’elenco delle apparecchiature sul sito della RAI. 
 
 

LUCE - Canone RAI

Oltre a chi non possiede apparecchi televisivi, l’esenzione dal pagamento del canone può essere richiesta da persone con più di 75 anni di età con reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro (compresi redditi di familiari conviventi).
La Legge prevede di costituire in futuro, con apposito decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, un fondo per finanziare l’estensione dell’agevolazione portando il limite reddituale da 6.713,98 euro a 8.000 euro.
Per aggiornamenti su tale limite reddituale e per altri casi particolari di esenzione, visita il sito dell’Agenzia delle Entrate
 
 

luce - Canone RAI

Chiama il nostro Servizio Clienti all'800 046 200 per effettuare una verifica sui dati presenti a sistema: potrebbero esserci degli errori, per esempio sul codice fiscale o sulla tariffa applicata al tuo contratto (non residente anziché residente).
Qualora non si riuscisse a risalire al motivo del mancato addebito, sarà necessario rivolgersi direttamente all’Agenzia delle Entrate: l'importo è comunque dovuto entro il 31 ottobre 2016 e il pagamento andrà effettuato con le modalità stabilite dall'Agenzia stessa, utilizzando il modello F24
 
 

luce - Canone RAI

No, non è possibile. Le società di vendita di energia elettrica, com’è il caso di EstEnergy, non sono intermediari abilitati a gestire l’inoltro delle dichiarazioni sostitutive all’Agenzia delle Entrate.
Tutte le comunicazioni relative al canone dovranno essere indirizzate all’Agenzia delle Entrate, che è il solo soggetto deputato ad accoglierle e l’unica fonte ufficiale di informazioni.
Ricordiamo infatti che gli importi del Canone RAI sono addebitati al cliente esclusivamente in base alle informazioni trasmesse a EstEnergy dall’Agenzia delle Entrate: EstEnergy non può decidere a quali clienti addebitare il canone, tantomeno chi esonerare dal pagamento. La verifica su residenza, composizione del nucleo familiare e condizioni di esonero è in capo all’Agenzia delle Entrate.
 
 

luce - Canone RAI

Se hai già pagato il canone TV assieme alla bolletta, ma ritieni ti sia stato addebitato erroneamente (per esempio, perché sei in possesso dei requisiti di esenzione e hai presentato in tempo l’apposita dichiarazione, oppure perché il canone è stato pagato anche da un altro componente della stessa famiglia anagrafica) chiedi il rimborso direttamente all’Agenzia delle Entrate, compilando il modulo disponibile sul sito web dell'Agenzia, dove troverai anche le relative istruzioni per la compilazione e l'invio. Dopo aver effettuato i dovuti controlli, sarà l'Agenzia delle Entrate a comunicare alle imprese elettriche l'eventuale rimborso da effettuarsi mediante accredito sulla prima fattura utile.
Ricorda che EstEnergy è soltanto un intermediario e non può decidere a chi addebitare il canone, né quali clienti esonerare dal pagamento.
Come tutte le società di vendita, infatti, riceviamo queste informazioni direttamente dall’Agenzia delle Entrate (per il tramite dell’Acquirente Unico), che è l’unico soggetto deputato ad accogliere richieste di esenzione.
 
 

Luce - Canone RAI

Vale il principio che il canone segue la residenza. Il proprietario che già versa il canone per la prima casa, quella dove ha residenza, non sarà tenuto a pagare il canone una seconda volta se ha dato una casa in affitto e l’utenza elettrica è a lui intestata.
L’affittuario, invece, è tenuto al pagamento del canone indipendentemente dalla proprietà dell’appartamento e dall’intestazione dell’utenza elettrica, se detiene un apparecchio tv nell’appartamento preso in affitto: il canone è legato infatti alla detenzione dell’apparecchio e non alla proprietà.
 
 

Luce - Canone RAI

Il canone TV deve essere pagato dagli studenti, ciascuno per l’intero importo, salvo il caso in cui lo studente appartenga ad una famiglia anagrafica che già paga il canone (per esempio, se la residenza dello studente è rimasta a casa dei genitori che già pagano il canone).
Se la residenza è invece stata spostata nella nuova abitazione in coabitazione con altri studenti, andranno effettuati diversi e autonomi pagamenti utilizzando il tradizionale bollettino postale. Il fatto che il “padrone di casa” abbia acquistato l’apparecchio televisivo non cambia le cose, dal momento che il canone è collegato alla detenzione dell’apparecchio e non alla proprietà. L’unico modo per ridurre il pagamento del canone è dimostrare che l’apparecchio viene utilizzato solo da uno degli inquilini conviventi e non da tutti; in tal caso, a pagare è solo l’utilizzatore.
 
 

Luce - Canone RAI

La voltura è obbligatoria, indipendentemente dal canone Rai. 
Una volta effettuata la voltura il dato del "nuovo cliente" verrà comunicato all'Acquirente Unico e quindi all’Agenzia delle Entrate. L'addebito avverrà dal mese successivo. Nel caso in cui non vengano pagate alcune bollette intestate al defunto sarà in carico all'Agenzia delle Entrate procedere ai dovuti accertamenti.
 
 

luce - Canone RAI

Se hai ancora domande sul pagamento del canone TV, consigliamo di fare riferimento alle fonti ufficiali d'informazione in merito: l'Agenzia delle Entrate e la RAI.
 
 

RAI

 
 

AGENZIA DELLE ENTRATE

 
 
 
 

Luce - Canone RAI

Il canone è dovuto una sola volta per ogni famiglia anagrafica, anche se ci sono più televisori nella stessa abitazione. Nel caso di più contratti luce (anche per abitazioni differenti) intestati a diversi componenti della famiglia con la stessa residenza, è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate su quale bolletta elettrica dovrà essere effettuato l’addebito, compilando il Quadro B del modello di “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”, scaricabile dal sito web dell'Agenzia delle Entrate, dove sono anche pubblicate le relative Istruzioni per la compilazione.
I termini per l’inoltro della dichiarazione per l’anno 2016 sono ormai scaduti. Ricorda che, per il 2017, le Dichiarazioni vanno inviate dal 01/07/2016 e non oltre il 31/01/2017.
Prima di effettuare la dichiarazione, verifica sul sito dell'Agenzia delle Entrate o della Rai che il tuo caso rientri effettivamente in una delle casistiche previste dalla normativa
 
 

COSA SI INTENDE PER FAMIGLIA ANAGRAFICA?

 
 

LA COPPIA DI FATTO COSTITUISCE UNA FAMIGLIA ANAGRAFICA?

 
 
 
 

Luce - Canone RAI

Se attivi un’utenza elettrica per la prima volta nel corso dell’anno, per essere esonerato dal pagamento del canone presenta la dichiarazione di esenzione entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura.
 
 

Luce - Canone RAI

Per una veloce panoramica sull'addebito del canone Rai nelle bollette EstEnergy, puoi consultare la nostra Mini Guida, che riassume le principali novità:

Mini guida ENERGIA ELETTRICA EstEnergy - Introduzione al Canone TV

Sappi che la nuova voce Canone di abbonamento alla televisione per uso privato è subito visibile nella prima pagina della bolletta, all’interno del box “Sintesi degli importi fatturati”, sotto la voce “Totale bolletta”: la somma delle due voci costituisce il “Totale da pagare”, riportato in alto.
Nelle pagine successive, invece, trovi un box dedicato denominato Canone TV, che riporterà gli addebiti delle singole rate con indicazione di: codice rata, periodo di competenza, importo della rata e totale.

 
 

Luce - Canone RAI

No, gli importi di canone relativi ad attivazioni di nuove utenze in corso d'anno, comprensivi di IVA e tasse di concessione governativa, variano in base al mese di attivazione dell’utenza, secondo quanto comunicato dall'Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 29/E del 21 giugno 2016. Scarica la tabella degli importi per l'anno 2016.
Se già detenevi il televisore prima dell'attivazione dell'utenza, l'eventuale importo non addebitato in bolletta andrà pagato con modello F24.

 
 

Luce - Canone RAI

Per verificare la presenza di pagamenti in arretrato, in bolletta troverai il riquadro degli Insoluti, dove EstEnergy darà separata evidenza anche degli importi relativi alla quota canone.
Ricorda che, per pagamenti di solo canone (arretrati), nella causale di versamento dovrai specificare la dicitura «Quota Canone» o riportare direttamente il Codice della rata/e che intendi saldare: lo trovi sulla bolletta in cui è stato addebitato la prima volta.
In caso di smarrimento della bolletta, registrati a MyEstEnergy o rivolgiti al nostro call center.

 
 

Luce - Canone RAI

No, il mancato pagamento del canone RAI non comporta il distacco della fornitura di energia elettrica, perché le azioni di recupero, con relativi sanzioni e interessi, saranno effettuate direttamente dall’Agenzia delle Entrate.
Tieni presente che, in caso di pagamento parziale delle bollette, l’importo da te versato coprirà in primo luogo i costi della fornitura energetica, salvo tua diversa indicazione scritta nella causale di pagamento.
 
 

Luce - Canone RAI

, chi risiede all’estero ma ha un’abitazione in Italia deve pagare il canone Rai.

 
 

GAS

La frequenza di emissione delle bollette del gas dipende dai consumi del cliente.
Nello specifico EstEnergy invia ai clienti:

    > con consumi inferiori ai 500 mc/anno: 3 bollette quadrimestrali

    > con consumi da 500 a 5.000 mc/anno: 5 bollette all’anno, di cui 4 bimestrali e 1 quadrimestrale (consumi estivi)

    > con consumi superiori ai 5.000 mc/anno invia una bolletta ogni mese

    > con opzione “rate costanti”: 6 bollette all’anno
 
 

LUCE

EstEnergy normalmente invia le bollette su base mensile o bimestrale: bimestrale per i clienti domestici, le imprese e i condomini in bassa tensione, mensile per i condomini e le imprese in media o alta tensione.
 
 

GAS E LUCE

Per effettuare il pagamento è sufficiente recarsi presso qualsiasi ufficio postale con il bollettino di conto corrente allegato in bolletta. Il costo dell’operazione è pari alla commissione corrente presso lo sportello postale.

Qualora avessi bisogno di compilare un bollettino in bianco (per smarrimento dell'originale o saldi concordati con il Servizio Clienti), i riferimenti da riportare sono i seguenti:

SERVIZIO GAS: n° C/C  77443810

SERVIZIO ENERGIA ELETTRICA:  n° C/C  73598906

Ricordati di riportare nella causale di versamento: il numero di contratto (NIC obbligatorio) e il numero della bolletta
 
 

GAS E LUCE

Grazie alla convenzione EstEnergy-SisalPay puoi pagare le bollette del gas e della luce quando e come vuoi, sia presso tutti i punti SisalPay (edicole, bar e tabacchi) sia online, sul sito www.sisalpay.it.

Grazie ai punti SisalPay troverai sempre una ricevitoria, vicino a casa o al lavoro, in grado di offrirti orario continuato, apertura 6 giorni su 7, magari anche la domenica! E scegli tu come pagare: in contanti, con Pagobancomat, carte di credito e carte prepagate. Massima libertà ma anche massima semplicità di pagamento: sarà sufficiente esibire il codice a barre presente in basso a sinistra nella pagina del bollettino e, al termine della transazione, ritirare la ricevuta emessa dal terminale Sisal, come conferma dell'avvenuto pagamento.

Per chi invece preferisce pagare le bollette direttamente online, sarà sufficiente registrarsi sul sito SisalPay, entrare nella sezione Pagamenti > Bollette > EstEnergy e cliccare su "paga online". Il pagamento potrà essere effettuato con pochi semplici passi tramite carte di credito e carte prepagate. Al termine della transazione, la ricevuta di pagamento sarà immediatamente disponibile nell'archivio personale dell'utente.

In termini di costi, per il servizio di incasso sarà addebitata una commissione pari a 2 euro a ciascun pagamento effettuato presso i punti SisalPay (indipendentemente dall'importo) e online, se di importo compreso nei 150 euro. Ai pagamenti effettuati online superiori a 150 euro sarà invece applicata una commissione di 50 centesimi + l'1% dell'importo da pagare.

Attenzione: il servizio SisalPay è disponibile solo per importi inferiori a 999,99 euro per ogni transazione.

Per maggiori informazioni e per conoscere il punto vendita SisalPay più vicino a te, vai su www.sisalpay.it
 
 

GAS

Riportiamo qui il Glossario della bolletta del gas predisposto dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico: uno strumento nato per facilitare la comprensione dei principali termini utilizzati nelle bollette.

 Se hai dei dubbi sul significato di qualche termine presente in bolletta, consulta il Glossario!
 
 

LUCE

Riportiamo qui il glossario della bolletta dell’elettricità predisposto dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico: uno strumento nato per facilitare la comprensione dei principali termini utilizzati nelle bollette.

Se hai dei dubbi sul significato di qualche termine presente in bolletta, consulta il Glossario
 
 

GAS E LUCE

In caso di pagamento tramite bonifico ordinario, le coordinate bancarie da utilizzare per EstEnergy sono le seguenti:

IBAN: IT 44 K 06340 02220 100000003256 - Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia
BIC: IBSPIT2U


Attenzione! Ricordati di riportare nella causale di versamento: il NIC (numero identificativo del contratto, in alto a destra nella bolletta) e il numero della bolletta che intendi saldare. In assenza di tali indicazioni, il pagamento rischia di non essere contabilizzato correttamente e di generare insoluti!!
 
 

GAS E LUCE

Il modo più comodo per pagare le bollette è la domiciliazione bancaria o postale con l'addebito diretto sul conto corrente il giorno esatto della scadenza. La puoi attivare in modo molto semplice e revocarla quando vuoi.

VANTAGGI

Grazie al sistema di addebito diretto (SEPA) sarà la tua banca ad occuparsi di tutto e finalmente potrai:

evitare perdite di tempo, inutili spostamenti e code agli sportelli

dimenticarti delle scadenze: i pagamenti delle bollette avverranno sempre entro i termini prestabiliti, azzerando il rischio di incorrere in penali dovute a ritardi

verificare la correttezza delle fatture prima di ogni addebito, perché la bolletta ti verrà sempre spedita prima (a casa o per email, a seconda della modalità scelta)

risparmiare denaro, perché non pagherai più 1,30 euro a bollettino, anzi ti verrà restituito il deposito cauzionale versato all’attivazione del contratto!


MODALITÀ DI ATTIVAZIONE


Per attivare il servizio di addebito diretto delle bollette su conto corrente è necessario utilizzare il modello di Autorizzazione permanente di addebito in c/c - SEPA scaricabile qui:

Modulo SEPA - servizio GAS


Modulo SEPA - servizio ENERGIA ELETTRICA

Il modulo cartaceo, debitamente compilato e sottoscritto, può essere consegnato:

A) alla filiale bancaria o all'ufficio postale in cui è aperto il tuo conto corrente (EstEnergy ha aderito al servizio SEPA ADVANCED che consente di attivare la domiciliazione presso tutti gli istituti di credito!)

B) direttamente a EstEnergy, tramite:

     > RICHIESTE ONLINE > Gestione pratiche > Oggetto: Domiciliazione

     > fax al numero: 049 2049173

     > posta ordinaria a EstEnergy, via dei Rettori, 1 - 34121 - Trieste

     > di persona presso uno dei nostri sportelli


Qualora l'intestatario del contratto sia diverso dall'intestatario del conto, al modulo andrà allegata anche copia del suo documento d'identità.
 
 

Posso bloccare l'addebito di una bolletta da rettificare?

 
 

Come faccio a cambiare le coordinate bancarie della domiciliazione?

 
 

Ho richiesto la domiciliazione ma ricevo ancora il bollettino, perché?

 
 

Avevo la domiciliazione ma ha smesso di funzionare: che fare?

 
 
 
 

Gas e Luce

È il Numero Identificativo del Contratto assegnato da EstEnergy ad ogni contratto di fornitura di gas e di energia elettrica. Si compone di 10 cifre e si trova nella prima pagina di tutte le bollette, in alto a destra, assieme al Codice fiscale o dalla P.Iva dell’intestatario.
 
 

GAS E LUCE

. Il servizio può essere disattivato in qualsiasi momento per tornare alla modalità di spedizione cartacea della bolletta.
Anche in questo caso, l’operazione può essere effettuata direttamente all’interno dell’area riservata MyEstEnergy. Sarà sufficiente selezionare il contratto (NIC) sul quale intendi disattivare il servizio e cliccare sulla voce di menù LE MIE PRATICHE, dove troverai la funzione attiva/disattiva bollett@web.
 
 

Gas e luce

Per rateizzare le fatture con domiciliazione attiva è necessario rivolgersi al proprio istituto di credito per bloccarne il pagamento con la causale “contestazione fattura”. Le rate infatti potranno essere pagate solo tramite bollettino o bonifico bancario.

Prima di bloccare il pagamento, però, accertati che la fattura sia rateizzabile, altrimenti rischi di disattivare il servizio di domiciliazione inutilmente! Per esserne certo, chiama il nostro Servizio Clienti all’800 046 200.
 
 

Gas e luce

Innanzi tutto, prima di chiamare o scrivere, verifica se il tuo problema rientra in una delle seguenti casistiche:

  • La lettura stimata è molto diversa dalla lettura sul contatore > clicca qui
  • In bolletta c’è un prezzo diverso da quello sottoscritto > clicca qui
  • Le fatture presentano addebiti anche se non uso da tempo il gas/l’energia > clicca qui
  • Continuo a ricevere le bollette intestate a mio nome anche se ho effettuato la voltura > clicca qui
  • Gas: il consumo fatturato non corrisponde esattamente alla differenza tra le letture > clicca qui
  • Gas: la bolletta di chiusura del contratto per passaggio ad altro fornitore è calcolata su una lettura errata > clicca qui
  • Energia: nonostante il contatore elettronico telegestito la bolletta contiene mensilità a stima > clicca qui
  • Energia: in bolletta viene addebitata la componente energia reattiva > clicca qui

Se il tuo caso non rientra in nessuna di queste casistiche, chiama il nostro Servizio Clienti al numero verde 800 046 200.
 
 

GAS

L’emissione della prima bolletta gas dipende essenzialmente da due variabili: la frequenza di fatturazione alla quale appartieni (quadrimestrale, bimestrale o mensile) e la data di attivazione della fornitura, ovvero di erogazione del gas da parte di EstEnergy e non di sottoscrizione del contratto (in caso di cambio fornitore si tratta di date molto diverse!).
Poiché sarai inserito nel primo lotto di fatturazione disponibile d’appartenenza, in caso di fatturazione mensile, riceverai la bolletta al massimo dopo due mesi dalla data di attivazione della fornitura; in caso di fatturazione bimestrale o quadrimestrale potrebbero passare anche quattro mesi.
Quindi se non ricevi subito la fattura non ti allarmare: si tratta di tempistiche normali! 
 
 

LUCE

L’emissione della prima bolletta dell’energia dipende essenzialmente da due variabili: la frequenza di fatturazione alla quale appartieni (bimestrale o mensile) e la data di attivazione della fornitura, ovvero di erogazione dell’elettricità da parte di EstEnergy e non di sottoscrizione del contratto (in caso di cambio fornitore si tratta di date molto diverse!).
Poiché sarai inserito nel primo lotto di fatturazione disponibile d’appartenenza, in caso di fatturazione mensile, riceverai la bolletta al massimo dopo due mesi dalla data di attivazione della fornitura; in caso di fatturazione bimestrale, invece, potrebbero occorrere anche quattro mesi.
Quindi se non ricevi subito la fattura non ti allarmare: si tratta di tempistiche normali!


 
 

Gas

Per ridurre al minimo lo scostamento tra i consumi effettivi e quelli stimati, nel gas il calcolo viene effettuato sulla base dei consumi storici e del profilo di prelievo del cliente, nonché dell’andamento climatico. Per i nuovi clienti, invece, le stime verranno effettuate in relazione alla tipologia e alle caratteristiche dell’utenza, nonché in base alla stima di consumo dichiarata al momento della stipula contrattuale.
 
 

LUCE

I consumi elettrici vengono stimati a partire dall'anno precedente oppure, se questi non sono disponibili, sulla base dei dati di consumo dichiarati dal cliente in fase di stipula contrattuale.
 
 
Torna indietro
Contattaci
Puoi contattarci telefonicamente, via email oppure recarti direttamente in uno dei nostri sportelli sul territorio.
 
Numero verde
800 046 200
 
 
modulo richieste online
 
 
sportelli territoriali
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.